Ufìtziu Lìngua Sarda - Comunu de Teulada

Browse
bandiera 4 mori

L’Ufficio della Lingua sarda è finanziato con la Legge Nazionale numero 482 del 1999 – Tutela delle minoranze linguistiche, nasce con l’intento di tutelare, promuovere e valorizzare la lingua sarda e darle pari dignità con la lingua italiana. Lo sportello è situato presso la Biblioteca Comunale, nella “Casa Baronale”. Le attività, curate e gestite da un operatore specializzato, sono varie:

  • traduzione in lingua sarda di atti amministrativi (Statuto Comunale, Delibere, Ordinanze, ecc.);
  • traduzione in lingua sarda di avvisi e comunicazioni al pubblico;
  • traduzione in lingua sarda dei contenuti principali del sito istituzionale del Comune;
  • assistenza ai funzionari comunali e agli utenti per la redazione di testi in lingua sarda di contenuto amministrativo e non;
  • fornire informazioni sulla politica linguistica;
  • corsi di lingua sarda.

S’Ufìtziu de sa lìngua sarda, finantziau cun sa lei de stadu italianu numeru 482 de s'annu 1999 – Tutela de is línguas de minoria, nascit po tutelai, promóviri e valorizai sa língua sarda e ddi donai dignidadi paris cun sa língua italiana.

Is fainas, fatas e manixadas de unu operadori specializau, funt unus cantu:

  • furriai in sardu is àutus aministrativus (Statutu Comunali, Deliberas, Ordinàntzias e àterus);
  • furriai in sardu avisus e comunicatzionis po sa genti;
  • furriai in sardu su chi ddoi est de importu prus mannu me in su situ istitutzionali de su Comunu;
  • assisti is funtzionarius comunalis e sa genti po scriri in sardu chistionis aministrativas e no;
  • donai informus asuba sa política linguística;
  • cursus de língua sarda.

Di seguito potete consultare la normativa di riferimento sulla tutela delle minoranze linguistiche storiche:

I progetti attivi che si occupano di curare lo sportello linguistico, la formazione linguistica e la promozione culturale sono i seguenti:

Imparaus Impari

www.sabertulantiga.com

Sperimentaus su sardu

Sa bertula antiga progetu sperimentaus su sardu

Arexini 2.0

www.arrexini.eu